Comitato per la Remunerazione

Il Comitato per la Remunerazione è attualmente composto da 5 Amministratori non esecutivi a maggioranza “indipendenti”.

Le funzioni e i compiti del Comitato sono illustrati e disciplinati da uno specifico Regolamento approvato dal Consiglio di Amministrazione, da ultimo aggiornato nei mesi di marzo e dicembre 2021 al fine di ulteriormente allinearlo ai contenuti del nuovo Codice di Corporate Governance.

Tra gli specifici compiti del Comitato rientrano, tra l’altro: la formulazione di pareri al Consiglio di Amministrazione in ordine alla definizione della politica della Società in materia di remunerazione degli amministratori e del top management; la periodica valutazione dell’adeguatezza, coerenza  complessiva e concreta applicazione della suddetta politica; la formulazione di proposte in ordine al trattamento economico e normativo degli Amministratori con deleghe e degli altri Amministratori che ricoprono particolari cariche.

Inoltre al Comitato, al quale già spetta il compito di assistere la Società nella definizione delle migliori politiche di gestione delle risorse manageriali del Gruppo, nonché dei piani e dei sistemi di sviluppo manageriale delle risorse chiave del Gruppo, è stato attribuito il compito di monitorare l’adozione e la concreta attuazione di misure atte a promuovere la parità di trattamento e di opportunità tra i generi nell’organizzazione aziendale. 

Al Comitato compete altresì l’analisi, per le tematiche di competenza, dei temi rilevanti per Leonardo ai fini della generazione di valore a lungo termine.

 

Aggiornamento dicembre 2021

 

Membri del Comitato per la Remunerazione
Patrizia Michela Giangualano (Presidente, indipendente)
Elena Comparato
Federica Guidi (indipendente)
Ferruccio Resta (indipendente)
Marina Rubini (indipendente)