Leonardo in Colombia a EXPODEFENSA con i suoi prodotti e tecnologie per la sicurezza della Regione

26 novembre 2021

Leonardo parteciperà a EXPODEFENSA, tra i principali saloni dedicati alla difesa e alla sicurezza dell’America Latina. Durante l’evento, in programma a Bogotà dal 29 novembre al 1 dicembre, l’azienda presenterà i suoi prodotti e tecnologie sviluppate per le necessità di Governi, Istituzioni, Forze Armate e clienti privati della Regione in questo specifico ambito. Con una presenza consolidata nel continente sudamericano, Leonardo presenterà al salone le proprie soluzioni in ambito aeronautico, elettronico, elicotteristico e spaziale, in grado di rafforzare la sicurezza e supportare il business dell’intera area.

L’America Latina rappresenta un’area strategica per Leonardo, data la necessità di molti Paesi di dotarsi di sistemi per la sicurezza e la protezione civile. L’azienda è presente da tempo in questi mercati: sono circa 400 gli elicotteri Leonardo oggi operativi nella regione, 70 i sistemi navali in uso, a cui si aggiungono velivoli, radar primari e secondari per il controllo del traffico aereo e soluzioni spaziali. 

In particolare, nello stand di Leonardo ci sarà l’M-346 Fighter Attack (FA), già consegnato al primo cliente internazionale, progettato per svolgere un’ampia gamma di missioni a costi inferiori rispetto ai caccia di prima linea. Grazie alle sue caratteristiche, tra cui l’integrazione del radar multi-modo di controllo del tiro di Leonardo Grifo M346, l’M-346FA è infatti in grado, mantenendo inalterate le sue caratteristiche di trainer avanzato, di essere utilizzato anche come velivolo tattico multiruolo, rappresentando di fatto un’opzione ideale per le esigenze di molte Forze Armate della regione. 

A Bogotà ci sarà poi il velivolo multi-missione C-27J Spartan già scelto nell’area dalle Forze Aeree di Messico e Perù, dove il velivolo risulta essere particolarmente performante grazie alla sua capacità di atterrare su piste sterrate e semi-preparate. La piattaforma è considerata un vero e proprio elemento di inclusione sociale, essendo in grado di raggiungere la popolazione nelle aree più remote del Paese. Già riconosciuto come il più efficace velivolo da trasporto militare multiruolo della sua classe, il C-27J Next Generation adotta nuova avionica e sviluppi aerodinamici che gli conferiscono maggiore efficienza operativa e prestazioni migliorate. Con un’esperienza operativa accumulata in tutte le aree geografiche da diverse Forze Aree di primo livello, lo Spartan è impiegato nei più sfidanti contesti operativi per missioni di trasporto militare, aviolancio di paracadutisti e materiali, supporto tattico alle truppe, operazioni dei corpi speciali, assistenza umanitaria e supporto in caso di disastri ambientali. 

In mostra, assieme al velivolo tattico, che durante la pandemia ha dimostrato nella regione la sua versatilità d’impiego, l’ATR-72MP (Maritime Patrol), che coniuga affidabilità, bassi costi di esercizio, i vantaggi del velivolo da trasporto passeggeri ATR 72-600 con un sistema di missione all'avanguardia.  L’ATR 72MP è infatti equipaggiato con l’ATOS (Airborne Tactical Observation and Surveillance) di Leonardo, in grado di gestire l’ampio spettro di sensori del velivolo, combinando in tempo reale le informazioni ricevute in una situazione tattica complessiva. Il sistema avionico modulare, integrabile a bordo di velivoli ad ala fissa, rotante e unmanned, risulta particolarmente efficace per la sorveglianza dei confini: dal monitoraggio dei corridoi di traffico, alla protezione della pesca, dalla lotta al contrabbando, al pattugliamento delle zone economiche esclusive e alle operazioni di ricerca e soccorso (SAR). Ad oggi esistono oltre 60 sistemi ATOS installati nel mondo su 10 tipologie differenti di velivoli.

L’offerta integrata di Leonardo per rispondere alle diverse esigenze di sorveglianza comprende soluzioni che vanno dalle comunicazioni tattiche terrestri, alle soluzioni radar per il controllo del traffico aereo (ATC) e per la difesa, ai sistemi C-UAS per il contrasto ai droni ostili, non facilmente rilevabili da apparati convenzionali di sorveglianza aerea, fino ai sistemi unmanned. In questo specifico settore a EXPODEFENSA saranno illustrate le innovative caratteristiche del FALCO EVO, il sistema sviluppato da Leonardo per missioni ISR (Intelligence, Surveillance and Reconnaissance). Il drone è in grado di volare per oltre 20 ore consecutive caricando fino a 100 kg di payload, inclusi sensori elettro-ottici, radar e sistemi di comunicazione. La sua persistenza in volo, unita alla sua alta connettività e alla capacità di imbarcare differenti sensori, lo rendono un’efficace soluzione per il monitoraggio di vaste porzioni di territorio e di mare.  

Partner strategico della Marina Militare Italiana, Leonardo è un riferimento per molte forze navali in tutto il mondo, incluse otto Marine nella regione Latino Americana, che hanno scelto i sistemi di difesa navale dell’azienda a protezione dei propri assetti, compresi quelli di nuova generazione. In mostra a Bogotà, unitamente alla munizione guidata DART (Driven Ammunition Reduced Time of flight), efficace contro missili manovranti e piccoli bersagli, la munizione Vulcano 76mm in grado di raggiungere una gittata superiore ai 40 Km garantendo massima efficacia e accuratezza. Oltre ai sistemi d’arma, l’offerta di Leonardo per il settore navale comprendono comando e controllo, radar, sistemi underwater, optronici e per le comunicazioni marittime, inclusi i link tattici, a cui si aggiungono soluzioni allo stato dell’arte per la gestione del combattimento, come il Combat Management System, capace di integrare e coordinare in tempo reale tutte le informazioni provenienti dai vari sensori presenti in un determinato scenario con quelli di bordo per una piena situational awareness marittima. 

Leonardo propone in Colombia anche SEonSE (Smart Eyes on the SEas), la piattaforma geospaziale per la sicurezza marittima, realizzata da e-GEOS (joint-venture tra Telespazio 80% e Agenzia Spaziale Italiana 20%). Grazie all’utilizzo del cloud computing e di avanzati modelli di big data analysis, SEonSE consente di accedere in tempo reale, anche da tablet o smartphone, a informazioni personalizzate su ciò che avviene in mare. La soluzione, integrando i dati provenienti da molteplici fonti, abilita servizi dual-use per sicurezza e sorveglianza marittima, controllo dei traffici illeciti, monitoraggio ambientale, lotta alla pirateria. La piattaforma elabora le informazioni acquisite da satelliti e radar costieri e le fonde in modo automatico e continuo, grazie ad algoritmi proprietari, con dati di posizione inviati dalle imbarcazioni (AIS, VMS, LRIT), registri navali e banche dati di diversa natura, informazioni meteorologiche e oceanografiche. Tra le soluzioni presentate anche la piattaforma braINT di e-GEOS: basata su algoritmi di intelligenza artificiale, la soluzione utilizza dati provenienti da diverse piattaforme (droni, satelliti, etc.) per fornire analisi di intelligence.

A EXPODEFENSA infine, l’elicottero AW139 scelto in una speciale configurazione VVIP dalla Colombia anche per il trasporto del Presidente della Repubblica. Questo modello infatti ha già ottenuto successo nel Paese per operazioni di trasporto civile a supporto dell’industria Oil&Gas, con cinque elicotteri entrati in servizio negli ultimi anni con l’operatore Helistar. Con ordini per oltre 1.200 unità provenienti da oltre 290 clienti in più di 70 nazioni, l'AW139 rappresenta un punto di riferimento per molteplici ruoli come trasporto offshore, ricerca e soccorso, sicurezza del territorio, antincendio, trasporto VIP/passeggeri e compiti militari. Leonardo è direttamente presente in Brasile, Messico, Argentina, Cile e Perù con l’intenzione di espandersi ulteriormente e di rafforzare la sua presenza in America Latina. 
 

Altre notizie e storie

30.11.2021
Innalzamento del livello del mare ed erosione delle coste: monitorare con i satelliti gli effetti del cambiamento climatico

Tecnologie satellitari al servizio dell’uomo e del Pianeta, raccontate attraverso le immagini del calendario 2021 di Telespazio ed e-GEOS “Love Planet Earth” realizzato in collaborazione con National Geographic Italia. Nella tappa di novembre scopriamo il ruolo che i satelliti possono avere, in particolare, nel monitoraggio e nell’analisi di fenomeni quali l’innalzamento del livello del mare e l’erosione delle coste. 

30.11.2021
Innalzamento del livello del mare ed erosione delle coste: monitorare con i satelliti gli effetti del cambiamento climatico

Tecnologie satellitari al servizio dell’uomo e del Pianeta, raccontate attraverso le immagini del calendario 2021 di Telespazio ed e-GEOS “Love Planet Earth” realizzato in collaborazione con National Geographic Italia. Nella tappa di novembre scopriamo il ruolo che i satelliti possono avere, in particolare, nel monitoraggio e nell’analisi di fenomeni quali l’innalzamento del livello del mare e l’erosione delle coste.